Seleziona una pagina

Quindici giorni fa ho cominciato a parlare di due tematiche innovative della sostenibilità. Quella relativa al lavoro la puoi trovare come post già pubblicato la settimana scorsa. Oggi parleremo della sostenibilità digitale.

Con sostenibilità digitale, si intende un uso responsabile dei social networks, ma a pensarci bene non solo; la si può intendere di tutto l’ecostistema virtuale.

1.I SOCIAL NETWORK

Il principale modo di rendere sostenibile il mondo digitale è quello di un suo corretto utilizzo. Ma come nello specifico?Significa evitare una eccessiva esposizione sui social con un numero eccessivo di post; i social saranno usati quindi con attenzione e anche le tematiche dei post saranno solo di cose davvero rilevanti per gli obiettivi che mi pongo per il mondo digitale. Vale per atleti, società sportive o federazioni. Ma il concetto a cui si lega questa sostenibilità digitale va ben oltre; si parla anche di utilizzare piattaforme eticamente compatibili. Quindi, come si boicottano prodotti provenienti da Paesi considerati non eticamente corretti, così lo si fa anche con i prodotti digitali, boicottando piattaforme ubicate in nazioni in cui sono presenti regimi totalitari. Ad esempio la Cina e le piattaforme TikTok e Clubhouse. Va detto anche che alcuni di questi social hanno una scarsa tutela della privacy dei propri utenti e di conseguenza non presenziare e apertamente parlare di questi social come di nocivi, aiuta i giovanissimi a non compromettersi e a dare dati personalissimi a persone che in futuro potrebbero usarle a loro danno. Recentemente anche Telegram è finito nella bufera relativamente alla privacy, è lecito quindi chiedersi se sia lecito usarlo nei contatti con nostri potenziali clienti o sostituirlo con altre piattaforme.

Altro concetto legato ai social: quanta energia consumano le multinazionali per salvare sui loro computer i nostri dati? Quanta CO2 viene generata? potrebbe essere così che in futuro verranno scelti i social su cui apparire.

2. E-SPORT

Così come per i social, ci si potrebbe chiedere quanto sia ecologico e sostenibile stare a praticare un videogame accendendo televisori e console. L’energia elettrica consumata produce CO2 in quantità e influisce sull’inquinamento del pianeta. Quanto sono dannosi questi atteggiamenti ? Su questo certamente si apre un varco difficilmente arginabile dagli e-sportmakers . Soluzioni a riguardo possono essere trovate in attività che siano di promozione della sostenibilità o di sostegno attivo (per esempio: piantare alberi, pulire spiagge, etc.).