Seleziona una pagina

Di recente mi sono imbattuto in una interessante conversazione con colleghi sulle caratteristiche delle sponsorizzazioni del motorsport.

Spesso si sente dire che la sponsorizzazione nel motorsport ha vantaggi importanti per chi la fa. Ma è qualcosa che le aziende medio grandi possono permettersi? Quali ritorni hanno?

Non potendo accedere direttamente alle informazioni sui costi, sapendo però che la base da cui partire è di 500k € a salire, ho proceduto per via empirica andando ad analizzare la presenza degli sponsor sulle vetture, qui trovi un elenco completo se vorrai ripeterla.

La maggior parte dei loghi che vediamo sulle vetture è in realtà di fornitori di servizi. AWS, sponsor Ferrari, fornisce servizi digitali alla rossa di Maranello, gomme e lubrificanti sono presenti su tutte le carrozzerie. Gli stessi marchi di computer o di orologi, sono in realtà strumenti usati dalle squadre nella loro quotidianità. Che sia nella logistica, nella meccanica o nell’hospitality la stragrande maggioranza degli sponsor è fornitore di servizi.

Non solo, i marchi presenti sono delle vere e proprie multinazionali conosciute in tutto il mondo. Sono marchi già conosciuti che rafforzano la propria identità di marca attraverso il prestigio della competizione e/o del team in cui presenziano.

I rari casi in cui le aziende sono meno importanti e economicamente rilevanti notiamo che dopo la scadenza della sponsorizzazione o scompaiono dai paddock o puntano alla visibilità su team più piccoli.

Mi viene detto che ci sono aziende che sponsorizzano ma senza la visibilità, solo con incentive e PR durante gli gran premi. Di questi non posso esprimermi non avendo informazioni sufficienti.

Come si può notare è un mondo altamente costoso e con importante visibilità, anche se non certa, chi arriva sempre ultimo non viene mai ripreso. Aziende medio-grandi, quindi, non possono investire su una visibilità incerta e su un ritorno non direttamente collegato alla visibilità. Meglio puntare su squadre di altri sport (basket, volley) di alto profilo nazionale o internazionale che garantiscono, a prezzi nettamente inferiori, maggiore visibilità e fedeltà di marca. Chi vede basket e volley è molto più fedele agli sponsor rispetto agli sponsor degli altri sport. E questo solo per fare un esempio.