Seleziona una pagina

In un articolo recente abbiamo parlato delle problematiche sorte in Bundesliga sulla sponsorizzazione delle aziende del betting. Oggi vogliamo offrire ai nostri lettori uno sguardo sul mondo delle sponsorizzazioni tecniche, in altre parole quali marchi sono presenti nel vestiario da gara e quanto spendono.

Una prima differenza c’è tra Bundesliga e Bundesliga2 (la serie B tedesca), sebbene sia regina incontrastata Nike in ambo i fronti quello che cambia è il peso delle concorrenti.

In Bundesliga il mercato vede Nike con 5 società (Francoforte, Amburgo, Herta, Lipsia, Wolsburg), Umbro, Uhlsport e Puma ciascuna con 2 team e cioè (in ordine di citazione dei marchi): Werder, Shalke04; Fortuna Dusseldorf, Fc Koln; le 2 Borussia.

Adidas, in casa sua non investe molto sulle squadre, ha già la nazionale. Ha solo il Bayern Monaco. Come lei hanno solo un team l’italiana Macron (Union Berlin), l’altra italiana Lotto (Mainz), Joma con l’Unterhachting, Jako con il Leverkusen, Hummel (Friburgo), e la Saller con il Paderborn

Nella B2, Nike ha ben 4 squadre, Puma 3, Craft 2, Macron 2, Umbro, Adidas, UnderArmor, Joma, Jako Hummel, Saller un solo team.

Le cifre di sponsorizzazione sono varie nelle massime serie passano dai 60 milioni di Euro/stagione che Adidas sborsa per il Bayern ai 0,5 milioni di Euro/stagione che Jako dà allo Stoccarda. Anche la differenza tra Bundesliga e B2 modifica l’impegno economico delle aziende .