Seleziona una pagina

Nei mesi scorsi, grazie anche ad alcuni contatti social che mi permettono di non farmi sfuggire news interessanti, è stato raggiunto un accordo tra le Confindustria di Lombardia e Veneto cosa assolutamente positiva.

Quello che però ho notato nei commenti sui social è l’irritazione di importanti esponenti del mondo del turismo, e non solo, che vedono il Trentino dimenticato nella comunicazione in generale.

Da una prima, sommaria analisi, effettivamente, il Trentino risulta come la parte meno visibile delle Olimpiadi italiane, sia perchè non presente nel nome, sia perchè la comunicazione riporta a riguardo solo gli sviluppi o della metropoli Milano o di quanto avviene nella patria del fashion invernale: Cortina.

Il supporto del Trentino è tuttavia molto importante, sia come strutture alberghiere che come risorse ed esperienza sulla gestione degli eventi sportivi invernali internazionali. Viene, alla luce dei fatti da chiedersi, se il Piemonte avesse partecipato alla torta olimpica cosa avrebbe potuto mostrare, visto che la capacità comunicativa del Trentino nel settore turistico sportivo è molto forte e nonostante tutto resta indietro rispetto ai moloch lombardoveneti.