Seleziona una pagina

Da quando è iniziata la pandemia di covid è esplosa la fame di formazione online. I nostri ragazzi hanno portato avanti anni scolastici solo con lezioni dal computer, ma anche i dirigenti (sportivi e non) che volevano aumentare le proprie competenze, hanno dovuto forzatamente seguire corsi online.

La formazione online però, non può sostituire quella in presenza. Le competenze di qualità che si trovano online e le carriere che possiamo pensare di costruire con la formazione web non possono essere equiparate per qualità di formazione e contenuti ai momenti formativi in presenza. Vale per i ragazzi che con la DAD hanno avuto problemi di apprendimento, vale anche per noi adulti. L’ho anche chiesto sul mio profilo Instagram @sporthink_europe e la risposta è stata sostanzialmente unanime nel definire imprescindibile la formazione in presenza.

I motivi sono molteplici; in presenza si instaura un contatto umano e l’interazione è maggiore, per esperienza personale ho notato che nelle mie lezioni si instaura una maggiore interazione, mentre spiego c’è chi interrompe o alza la mano per porre domande, nella lezione online (spesso registrata) non c’è questo tipo di intervento. Il docente online non lascia spesso neanche un contatto mail per rispondere ai dubbi e le piattaforme non hanno qualcuno che aiuti il cliente a trovare risposte a questi dubbi sorti durante il corso.

Le competenze quindi rimangono quelle, le carriere possono quindi evolvere ma con una conoscenza limitata. Sapere quello che viene detto significa aumentare le proprie conoscenze ma fino ad un certo punto. Nella formazione dal vivo, le domande possono essere poste direttamente e più di una, al termine della lezione può capitare di entrare in contatto con il docente per chiedere ulteriori chiarimenti. Capita anche di terminare la lezione con un rinfresco o una cena dove il colloqui tra docente e uditorio si fa informale e più sui casi concreti dei singoli presenti, quasi una consulenza a costo zero.

Le carriere con la formazione online quindi, possono evolvere se le conoscenze di base non sono molte, ma non possono essere equiparate alla formazione in presenza anche perchè online la lezione è svolta in modo generico e spesso con case histories che riguardano l’esperienza del professionista che tiene la lezione, non sullo sport e le competenze che necessita il dirigente di quello sport specifico. La lezione in presenza ha invece, l’esatto scopo di dare le competenze e accrescere le carriere dei dirigenti sportivi, nel mio caso di sportmarketing, proprio con lezioni ad hoc per quello sport con esempi ricercati in quell’area specifica e analizzando le problematiche specifiche di quella specialità sportiva. Non esiste formazione di qualità online che possa dare questo.