Seleziona una pagina

La notizia apparsa alla fine del campionato 2020/21 è davvero straordinaria. Nella Ligue 1 di quest’anno ci sarà il Clermont, l’investimento totale negli ultimi 31 anni di attività è stato pari a 380.000 euro! Una spesa assolutamente ridicola se si pensa alle cifre astronomiche che girano nel mondo del calcio. Un caso da studiare con molta attenzione e che va preso molto sul serio.

Dal 1980 i conti del Clermont sono stati tenuti sotto stretta attenzione, ma le novità non sono tutte qui. La squadra è stata la prima, ad avere una allenatrice donna nel calcio professionistico europeo. Esperienza che ha ripetuto 2 volte.

La strategia che la squadra del Clermont ha tenuto praticamente sempre, eccetto che con un solo giocatore, è stata quella di acquistare solo giocatori svincolati, in modo da pagarli meno. Il resto è stato affidato ad un allenatore molto abile con la tattica, così da massimizzare le capacità dei singoli componenti del team.

Un lavoro davvero eccellente sotto ogni punto di vista. Viene da pensare molto relativamente a due aspetti del management sportivo:

  • la creazione di vivai giovanili capaci di dare linfa alle prime squadre è una strada che può diminuire i costi di uno sport dove i bilanci sembrano sempre fuori controllo;
  • alte capacità di gestione possono portare a situazioni interessanti