Seleziona una pagina

Gli NFT nel settore sportivo finora non sono stati certamente una storia di successo. Troppe aziende hanno subito pesanti perdite a causa del crollo del 2022. All’epoca il mercato globale subì in pochi mesi un calo di oltre il 93%.

Questo massiccio crollo e i suoi effetti hanno avuto conseguenze dirette anche per il business sportivo tedesco. Per citare due esempi importanti: nell’aprile 2023 la start-up di Monaco The Football Company ha dovuto avviare una procedura di insolvenza. Anche la nota piattaforma di calcio Onefootball ha registrato pesanti perdite durante questo periodo, evitando per un pelo il fallimento.

Nonostante la situazione precaria, sia gli esperti digitali che i gestori dei club non si stancano mai di sottolineare che la tecnologia NFT offre molto potenziale.  Secondo l’analisi di DappRadar, il volume degli scambi NFT è aumentato nuovamente fino a raggiungere i 4,7 miliardi di dollari nel primo trimestre del 2023.

nche il Manchester United sta attualmente beneficiando di questo sviluppo, offrendo oggetti da collezione digitali per i fan insieme al loro partner blockchain Tezos. Per l’attuale “collezione” della stagione 2023/24, il club della Premier League ha estratto (creato) oltre un milione di NFT. Come si può vedere da una delle piattaforme di vendita, oltre 135.000 fan (al 6 dicembre 2023) possiedono già almeno un NFT del Manchester United.

Una cosa è chiara: il Manchester United non genera entrate significative dalla vendita di NFT. In media un oggetto da collezione digitale costa l’equivalente di 25 centesimi. Ma ciò che ha un impatto molto più a lungo termine sul club e sul suo valore aggiunto sono i dati generati dalle registrazioni, che vengono inseriti direttamente nel sistema CRM del club della Premier League.

Nonostante il potenziale tanto citato della tecnologia, una cosa rimane chiara alla fine del 2023: gli NFT non sono ancora riusciti a costituire la base di un modello di business redditizio per le organizzazioni sportive. Di conseguenza, gli NFT sono ben lontani dall’essere utilizzati a tutti i livelli nello sport.

Gli NFT stanno lentamente ma inesorabilmente trovando la loro strada nel ticketing. I casi di successo in questo ambito sono attualmente ancora pochi e rari, ma qua e là si possono trovare i primi punti di contatto nello sport. La FIFA ha annunciato che pubblicherà un numero limitato di NFT che daranno ai possessori l’opportunità di vincere un biglietto finale per la Coppa del Mondo 2026 negli Stati Uniti, Messico e Canada.

L’uso dei biglietti NFT renderà difficile per i mercati dei biglietti dubbi continuare a gestire con successo il proprio modello di business. Ma ciò che è particolarmente interessante per le organizzazioni sportive sono le numerose opportunità di marketing e di sponsorizzazione. Sconti, articoli per fan limitati o prevendite possono essere facilmente collegati al biglietto NFT.