Seleziona una pagina

Sembra che dove il trand economico sia positivo, le aziende del settore immobiliare siano particolarmente propense a cercare visibilità. E’ successo in Bundesliga, ma con qualche protesta da parte dei tifosi di Werder Brema e Union Berlin, in quanto aziende di questa attività merceologica si sono proposte per le maggiori sponsorizzazioni possibili (naming stadio e sponsor di maglia). Già altre volte aziende immobiliari erano state sponsor, ma non a questi livelli, motivi delle proteste alcuni comportamenti non in linea con i valori della società sportiva, almeno così dicono i tifosi.

Il mercato immobiliare in Germania è enorme e, a differenza del mercato automobilistico, è assai differenziabile. La stessa differenziazione si può avere in Italia, ma con livelli di mercato ovviamente più bassi.

In Germania dal crollo del muro in poi, il settore edilizio è cresciuto in modo importante ed è assai resistente alle crisi. Riguardo alle critiche,poi, basta fare come l’Union Berlin e creare dei momenti di confronto tra lo sponsor e i tifosi in modo da chiarire i motivi dell’investimento e come la società intenderà usarlo.

La sponsorship sembra possa dare non solo visibilità, ma anche maggiore propensione alla scelta, vedendo l’azienda come facente parte della squadra, questo è quanto i dati in Germania sembrano confermare. Ci sarà da capire come la variabile virus modifichi gli impegni di sponsorizzazione e la percezione del tifoso.

Ecco alcune cifre investite nella Bundesliga questa stagione 2019/20 dati in milioni di Euro:

CG Group (Lipsia, Hertha, Karlsruher) 2,5 ; Aroundtown (Union) 2; Vonovia (Bochum) 1,5; altre sponsorizzazioni sono sotto il milione e riguardano anche altri sport come basket (Brema, Ludwigsburg) e la pallamano (D.W.)