Seleziona una pagina

Ne avevo parlato all’inizio dell’anno, quando ero stato allo Spobiz di Dusseldorf. La tecnologia era promossa a tutti i partecipanti come qualcosa di interessante e profittevole.

La TDO permette di mettere sui cartelloni pubblicitari di bordocampo, differenti sponsor a seconda che la trasmissione sia trasmessa in un territorio piuttosto che in un altro. Aumentando la gli spazi disponibili e le possibilità di investimento per partner e sponsor delle realtà sportive.

Grazie all’Inter questo sistema viene usato anche in Italia (per la prima volta in questa stagione sportiva) e sarà interessante misurarne la resa. Il discorso di fondo non cambia per tutte le realtà sportive, investire su progetti di comunicazione e marketing di lungo periodo. Professionisti e attrezzature di moderne permettono una crescita migliore e più profittevole. Il marketing non è un costo ma un investimento sul futuro dell’azienda sportiva. Non averlo fatto prima del Covid è il motivo per cui molti ora sono in crisi.

Ormai è chiaro che il giovane presidente Zhang ha intenzione di portare l’Inter hai massimi livelli del calcio internazionale e gestisce la società come una azienda (capitolo stipendi a parte). Anche dall’estero arrivano articoli in cui guardano con ammirazione la capacità gestionale di questo presidente e della volontà di portare innovazione in tutti i campi.