Articoli in Evidenza

16 settembre 2019

Colori sociali vs Marketing ?

La domanda nasce da una riflessione estiva.
Guardando le produzioni delle varie società calcistiche si nota come quest'anno in particolar modo, ci sia una volontà di rompere con le tradizioni del passato. Con quelle che sono le maglie tradizionali.
Parlo di tutti i big clubs europei.
Barcellona e Juventus in primis.
Voi cosa ne pensate?  Scrivete il vostro commento alla fine del post.

Dal mio personale punto di vista c'è una esasperazione in negativo di un concetto potenzialmente buono.
La seconda maglie, per intenderci è naturalmente modificabile per fini commerciali, la terza nasce praticamente per questo scopo.
La prima, quella identitaria, personalmente la ritengo un valore intrinseco e non modificabile.
Se è a strisce tale deve rimanere, al massimo posso rendere le strisce più larghe o leggermente oblique, ma non posso modificarne colore e forma.
In nome di un mercato sempre più vorace di novità si tende anche a "vendere l'anima" e
questo in qualche modo trasforma la società sportiva in modo irrimediabile.
La cambia da rappresentante di uno sport (con i suoi valori e la sua aura etica) a azienda vera e propria (con il suo valore di mercato e la sua assenza di etica).
Siamo forse giunti al cambio epocale del calcio europeo, non più identificato con un logo e una maglia, ma da una tribù di persone che tifa per empatia perchè il marketing ha fatto il suo dovere o perchè nella rosa c'è un determinato campione.
Chissà forse l'ulteriore evoluzione sarà quella delle franchigie americane con l'emigrazione di una società in una città differente per aumentare l'appeal e le presenze allo stadio o semplicemente per opportunità di mercato.

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sport è condivisione! se ti va fammi sapere cosa ne pensi di quanto trovi in questo post

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...