Articoli in Evidenza

29 luglio 2019

Repost: Stadium Links: quando il golf entra negli stadi

Si parla spesso di rendere le strutture sportive, come gli stadi, aperte 7 giorni su 7, e che possano generare ritorni sugli investimenti. Quello che manca a volte è l'idea insolita, quel qualcosa in più da offrire.
Dagli USA arriva un'idea molto interessante!
Quella di far praticare il golf all'interno dello stadio.
Sembra una follia ma fanno già così in molti stadi del baseball, in primis i New York Metz al loro Cityfield.
Un modo insolito di vivere l'esperienza dello stadio, di vivere la propria appartenenza ad un tifo ben specifico e con benefit non indifferenti.
L'esperienza dei Metz, ci parla di un percorso a nove buche per un periodo limitato di tempo, solo tre giorni!
Questo permette una politica molto aggressiva di prezzi, perchè l'offerta è limitata nel tempo, ma ugualmente lo diventa per numero di persone che possono entrarvi.
Attività che è stata messa in atto dopo il grande successo avuto da TopGolf e al suo modo del tutto inusuale di intendere il golf, ovvero in verticale e non in orizzontale.
In pratica una selezione all'ingresso che incrocia tempo e prezzo, facendo diventare l'idea molto esclusiva e ricercata, facile da raggiungere nel centro cittadino.
Un modo per creare servizi di lusso nel settore sportivo.
Idee che possono essere replicate, con astuzia anche nei nostri stadi di calcio.

22 luglio 2019

Repost: Modello tedesco per il calcio? Tifosi al centro!

Spesso si parla della contrapposizione tra il modello tedesco e quello inglese, ma quale sia la differenza in pochi sanno dirla. 
Qui proviamo a spiegare il modello tedesco, in un altro post spiegheremo quello inglese.
Il modello tedesco si è basato sul tifoso.
La gestione del club è data ai tifosi, con la regola 50+1 che obbliga le società a dare in azionariato popolare il 51% delle quote. Sola eccezione Wolsburg, in mano alla Volkswagen, e il Leverkusen, di proprietà della Bayern.
Posto il tifoso al centro già nella gestione, è facile capire come sia sempre lui il patrimonio prezioso da custodire.
Così i vivai calcistici, producono campioni "della porta accanto", e i servizi crescono in modo da rendere gli stadi sempre più attraenti.
Il mondiale 2006, in questo senso, ha dato uno slancio importantissimo!
Ora ci si concentra sempre più sui servizi: dai ristoranti agli shop, agli eventi speciali, alla scontistica.
Quello che è importante per le società calcistiche tedesche è rendere importante il tifoso, comprendere i suoi gusti e accontentarlo presso le strutture della società.
Ad Ottobre avrò modo di vedere di persona quanto viene fatto dalle due squadre principali di Berlino (Herta ed Union), sarà anche interessante vedere come le società di basket ed hockey locali prendono spunto dal calcio o lo ispirano e di come tra competitors riescano ad strapparsi empatia e tifosi.

15 luglio 2019

Activation Marketing nello Sport : Le Caratteristiche

Ora che sappiamo di cosa stiamo parlando, guarda il post della settimana scorsa se ti sei perso la prima parte del discorso, possiamo capire meglio gli elementi fondamentali di cui non puoi fare a meno.

Gli sponsor sono sempre più stufi di realtà sportive incapaci di definire con precisione le attività di marketing. Si parla spesso con i Responsabili Marketing delle aziende e con loro bisogna essere capaci di parlare la stessa lingua.
Non significa sparare termini tecnici per dare un tono alle proprie presentazioni o a se stessi, ma di definire con precisione quello che si produce.

L'Activation Marketing ha un sinonimo ed è Brand Activation, cioè attivazione della marca.
In parole più semplici alla base di questa attività è presente l'engagement (sì un'altro inglesismo), sta ad indicare le azioni che l'attività di promozione deve fare per ottenere una relazione speciale ed emotiva da parte del target di riferimento, il principio primo è il coinvolgimento.

Abbiamo due fasi:
- la prima che si concentra sull'attirare l'attenzione del consumatore sulla marca
- la seconda che è fatta di sperimentazione dei valori/prodotti della marca in modo coinvolgente affinchè restino impresse per il più lungo tempo possibile nel potenziale cliente

Nasce così il marketing esperienziale, cioè quello in cui si coinvolge il cliente attraverso esperienze personali. 

Di che tipo?

8 luglio 2019

Cos'è l'Activation Marketing nello Sport?

Parliamo sempre di termini specifici, ma spesso non ci si rende conto che non si ha un'idea specifica di cosa essi intendano.
Activation Marketing, un termine spesso usato a sproposito, spesso per attività che ne sono solo una caricatura.

La definizione che troviamo su Wikipedia ci dice :"L'Activation Marketing è l'esecuzione del marketing mix come parte del processo di marketing. La fase di attivazione in genere viene dopo la fase di pianificazione durante la quale i manager pianificano le loro attività di marketing ed è seguita da una fase di feedback in cui i risultati vengono valutati con analisi di marketing.
(...) Attivazione del marchio, talvolta chiamata brand engagement che si concentra sulla costruizione di una connessione emotiva a più lungo termine tra marchio e cliente."

Quindi la definizione generale ci fa capire che è necessaria una connessione emotiva.
Assente quella connessione non è definibile come Activation.

Una macchina parcheggiata fuori da un palazzetto sportivo, quanta emozione può creare?
A seconda del target possiamo dire per nulla, poco o molto.
La distribuzione di regali ai bambini quanta connessione genera?

1 luglio 2019

Totti: analisi di un caso abbastanza comune

Patiamo dalle parole stesse di Totti:

"Ho dato le mie dimissioni con l’AS Roma, speravo che questo giorno non arrivasse mai, invece, è arrivato questo fatidico giorno che per me è molto brutto e pesante. Però viste le condizioni è stato doveroso e giusto prendere questa brusca decisione. Ci ho pensato per tanti mesi, ma penso sia la più coerente e giusta, perché davanti a tutti ci deve essere la Roma. La Roma è la squadra da amare, da stargli sempre vicino. Oggi non ci devono essere le fazioni pro Totti, pro Pallotta o pro Baldini L’obiettivo deve essere la Roma e l’amore per questi colori. I presidenti passano, gli allenatori passano, i giocatori passano, ma le bandiere non passano. Questo mi ha fatto pensare tanto, non è stata colpa mia questa decisione"


Quanto accaduto poche settimane fa può aver fatto scalpore agli occhi dei non addetti.
Personalmente mi ha strappato un sorriso .
Sono esperienze che capita di fare quando si lavora nello sport.
Ma perchè accadono? 
Proviamo a capire continuando a leggere le parole di Totti:
(...)"Non è stata colpa mia perché non ho avuto la possibilità di esprimermi, non mi hanno mai coinvolto in un progetto tecnico. Il primo anno ci può stare, nel secondo avevo capito cosa volessi fare, ma non ci siamo trovati. Non ci siamo mai aiutati l’uno con l’altro, sapevano le mie intenzioni e la voglia di dare tutto a questa società. Ma loro non hanno mai voluto, mi volevano fuori da tutto"(...)

E qui viene il punto!
Le società sportive sono vissute come dei piccole potentati, dove le persone hanno un
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...