Articoli in Evidenza

24 aprile 2018

Russia 2018: alcune cose da sapere sul Mondiale di calcio


Si avvicina velocemente la fine dei campionati di calcio e questo significa che il mondiale di Russia 2018 è ormai alle porte. Questo significa che è tempo di guardare alla Russia e alle strutture del mondiale che già sono costate troppo, ben 11,8 miliardi di dollari contro una previsione iniziale di costi pari a 7 miliardi di dollari. Tuttavia le cifre risultano certamente in linea con i precedenti organizzatori, infatti il Brasile spese 12 miliardi di dollari mentre la Polonia per gli europei arrivò a 20. La somma di finanziamento maggiore è stata concessa dallo Stato che coprirà il 58% circa della somma complessiva, il 14% è stato elargito dai governi locali, mentre la quota restante è stata messa da società statali o private. 
La cifra però a cosa è servita? Si può dire che il 40% del budget è servito per la ristrutturazione o costruzione degli stadi. Bisogna però ammettere che in alcuni casi gli stadi costruiti in Russia sono davvero straordinari, tra questi spicca lo stadio di Krasnodar con uno schermo pari a tutta la parete interna della copertura dello stadio. Già in questa stagione usato per creare emozionanti video per i tifosi della squadra locale ed è facile prevederlo come sede di eventi prestigiosi nei prossimi anni. Farà certamente tendenza. Peccato però non sia tra gli stadi del mondiale, si dice per lotte politiche tra il presidente Putin e l’amministrazione locale.Lo stadio Luzniki di Mosca, con i suoi 81000 posti a sedere sarà il più ampio di tutti e per questo sede della finale; il più piccolo è invece quello di Ekaterinburg con 35.000 posti, che è anche la città più a est. La sede più insolita sarà certamente Kaliningrad, piccolo spezzone di Russia chiuso tra la Polonia e i Paesi Baltici. I grandi colossi televisivi trasmetteranno le partite nel mondo e tra le paytv spiccano le multinazionali Sky (Messico, Panama, Costarica), Bein sport (Francia, Marocco, Tunisia), Direct tv (Argentina, Colombia,Uruguay), Fox Sport per il Brasile. Nel resto del mondo le partite saranno in chiaro. Ovviamente non mancherà la possibilità di seguirle anche sul web, per esempio con le dirette dei migliori siti di scommesse, che faranno a gara per proporre l'esperienza più completa ai tanti appassionati che seguiranno l'evento anche dal quel punto di vista. Per chi volesse vedere le partite dal vivo la nota dolente è che i costi dei biglietti saranno del 16% più cari rispetto al mondiale brasiliano a meno che non si sia in possesso di passaporto russo, il che permetterebbe sconti interessanti.


Nessun commento:

Posta un commento

Lo sport è condivisione! se ti va fammi sapere cosa ne pensi di quanto trovi in questo post

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...