Articoli in Evidenza

20 febbraio 2018

Su calcio e diritti tv le scelte non piacciono agli italiani

Un interessante sondaggio e relativa analisi fatta dal "Corriere dello Sport" il 10 febbraio scorso,
ha mostrato come gli italiani siano enormemente infastiditi dalla situazione dei diritti televisivi del calcio nostrano.
Quello che è interessante è la risposta che hanno dato gli intervistati alle domande di Pagnoncelli;
infatti ben il 52% del campione definisce il campionato "spezzatino" meno appassionante oltre a definire non corretto il fatto che alcuni team giochino conoscendo i risultati delle dirette concorrenti.
A essere però di enorme interesse è il fatto che solo il 40% sia d'accordo ad aumentare il canone RAI per poter vedere le partite di campionato, come se il calcio stesse perdendo d'interesse.

Il giudizio sull'acquisto di diritti da parte di Mediapro spacca in tre il campione preso in riferimento,
con un 27% che non sa cosa pensare ed un 39% che reputa negativo tale fatto.
Una dichiarazione di che nel complesso dovrebbe far riflettere i componenti del calcio italiano, perchè dal sondaggio risulta una disaffezione del tifoso da quelli che sono i meccanismi di ricavo delle società sportive che troppo hanno puntato sui diritti televisivi ed oggi si ritrovano con persone ormai con un giudizio negativo nei loro confronti.
Sarà anche che la nazionale non è andata ai mondiali, le recenti situazioni di disagio ai vertici non hanno certo aiutato, ma qui capiamo due cose:
- il calcio è debole e può perdere appassionati
- gli sport minori hanno una chance imperdibile che devono poter sfruttare, ma tocca a loro.

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sport è condivisione! se ti va fammi sapere cosa ne pensi di quanto trovi in questo post

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...