Articoli in Evidenza

13 aprile 2016

FISI:qualche consiglio su come sfruttare il valore dei campioni del mondo Fill, Wierer e Pellegrino

Nelle settimane scorse abbiamo parlato del fatto che mai come quest'anno la FISI ha campioni iridati tra le sue fila e che questo è stato davvero un risultato importante per il movimento, specie per la promozione futura.
Con piacere si è instaurato un dibattito su facebook e questo post nasce dalla specifica esigenza di dare seguito a quegli spunti.

Mi si faceva presente che i campioni Fill, Wierer e Pellegrino non sono "personaggi". Posto che questo non lo ritengo vero per la Wierer su cui ho scritto un post apposito, sugli altri due posso dire che non è del tutto necessario. Nessuno dei fondisti lo fu o lo è, eppure alcuni furono anche presi da importanti sponsor (x es. Belmondo). 
Peter Fill è certamente a fine carriera e non gli si può chiedere più di quanto abbia già fatto.
Possiamo però dire che c'è un potenziale come Federazione. Il valore della Federazione più vincente del 2016 nelle discipline invernali. Scusate se è poco.

Si è saputo poco? Significa ben due cose:
- che lo sponsor potenziale ha il compito di farlo sapere, giovando cossì al prestigio federale oltre che della propria comunicazione
- che lo sponsor su tale opportunità può scrivere uno storytelling così come meglio crede.

Così è capitato con la sponsorizzazione tra Mikaela Shiffrin e Barilla insieme dal 2012, ovvero quando nessuno conosceva questa giovanissima sciatrice alla sua prima stagione mondiale. Era già un personaggio? No. non poteva esserlo perchè nessuno la seguiva. Ma Barilla ha saputo giocare d'anticipo. Ha puntato su un personaggio sconosciuto e lo ha fatto diventare famoso attraverso uno studio accurato del marketing in collaborazione con la federazione statunitense.

In conclusione, il potenziale c'è, costa meno agli sponsor, permette un'immagine vincente e permette di impostare la visibilità come si vuole, sia sul singolo atleta che su una o più discipline.
Ragionamento semplice e lineare, non vi pare?

Nessun commento:

Posta un commento

Lo sport è condivisione! se ti va fammi sapere cosa ne pensi di quanto trovi in questo post

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...