Articoli in Evidenza

30 settembre 2015

Biathlon USA e Sapori Antichi: sport e sponsorship intelligenti

Biathlon, pochi sanno cosa sia. Magari lo si è visto in tv alle olimpiadi... per caso.
Eppure è uno sport che a livello marketing sta avendo un'attenzione crescente, il target e la fidelizzazione del cliente sembrano essere davvero interessanti per le aziende.
Ecco quindi una delle aziende alimentari italiane, Sapori Antichi,   unirsi con il biathlon, con la squadra nazionale...USA. 
Esatto. Americana. Diciamo che è certamente un mercato interessante per chi fa sponsorship,
che gli sponsor li sanno anche mettere a proprio agio al di là dell'oceano con offerte e visibilità
da noi davvero impensabili, certo fa riflettere che le aziende italiane facciano sponsorizzazioni fuori dai nostri confini, fuori dalla FISI.
Ecco cominciamo a chiederci il perchè.

Dall'altra è estremamente positivo che le aziende italiane abbiamo iniziato a comprendere come la sponsorizzazione sportiva possa essere anche di lancio per mercati anche stranieri ed extra europei.
Tendenza che si spera possa essere sempre maggiore, questa concorrenza con le federazioni non nazionali non farà altro che obbligare i direttivi nazionali ad adottare responsabili marketing e sponsorizzazioni sempre più preparati e competenti, pena il restare senza denari.

29 settembre 2015

Unconventional marketing a Parma


Erreà, marchio sportivo e sponsor del Parma Calcio, ha deciso di fare una bella azione di marketing inusuale.

Ha riempito il centro di Parma con dei bellissimi fiocchi giallo blu.
La cosa risulta essere non solo interessante da un punto di vista pubblicitario, ma anche da un punto di vista di arredo urbano.
Fiocchi di quel genere non sono invasivi, ma rendono colorata la città, abbelliscono le vie del passeggio, danno allegria.
Chissà se il sindaco Pizzarotti non possa pensare ad un arredo urbano che si rifaccia a questa campagna pubblicitaria?!

23 settembre 2015

Supercoppa di Basket a Torino: tutte le news


Interessanti novità per la supercoppa di basket che si terrà a Torino questo fine settimana.

Devo ammettere che forse qualcosa si sta muovendo nel mondo dello sport relativamente a quanto riguarda le iniziative di marketing.
Ebbene sì, perchè  si è rinfrescata una vecchia tradizione del basket quella cioè di collegarsi con le società di calcio e permettere a chi va a vedere la partita di pallone di andare poi al palazzetto a vedere qualcosa di diverso.
Così RCS è riuscita, per ora solo con il Torino Calcio, ad avere una promozione biglietto stadio+biglietto palazzetto. 
Speriamo che anche in Juventus facciano in fretta ad accogliere una così interessante novità, che però è ripresa dagli accordi che si facevano negli anni'80.

La conferenza stampa è stata fatta presso l'assessorato allo sport ed è stata assolutamente sobria, senza fronzoli. Si potrebbe dire in semplicità.
La cosa non è di per sè negativa, meglio conferenze stampa ridotte all'osso ma efficaci che presentazioni faraoniche con errori sparsi.

22 settembre 2015

Tania Cagnotto ed i campioni dimenticati

Discriminazione. Questa è forse la parola scomoda da usare in questi casi.
Quella adatta per descrivere uno strano e discutibile modo di fare delle aziende italiane e della televisione nazionale nei confronti di campionissimi del nostro Paese che non vengano dal calcio o da qualche sport un poco più in vista.
Il due Errani - Vinci, la Francesca Schiavone vincitrice al Rolland Garros per il tennis,
la infinita schiera di vincitori nella scherma Vezzali in primis, la Josefa Idem della canoa
ed ora Tania Cagnotto nei tuffi.
Tutte campionissime, tutte dimenticate da sponsor e televisioni.
Poco fotogeniche? non sempre e non in questo caso.
Al massimo poco presenti nei talk televisivi, concentrate sull'obiettivo di vincere nel proprio mestiere hanno dimenticato che apparire nel mondo dello spettacolo è importante tanto quanto essere un atleta vincente.

Forse questa la loro unica colpa.
Sarebbe però meglio che si riflettesse su questo perchè spesso con investimenti economici minori molte aziende potrebbero ottenere l'immagine di campionesse di livello mondiale.

Ora cosa succederà alle campionesse Vinci e Pennetta? Facile prevederlo.

16 settembre 2015

Ecco i segreti della conferenza stampa Auxilium Cus Torino

Il 10 settembre è stata presentata al castello del Valentino di Torino, la nuova squadra dell'Auxilium di basket che giocherà la serie A 2015/16.
Chi è su Instagram ha potuto vivivere live dal nostro account le fasi della presentazione.
Non mi fermerò a parlare della squadra, ma del come è stata fatta la presentazione.
Davvero in grande stile e fatta bene.
1) Luogo significativo e dai richiami importanti per la città, con il fatto poi che il CUS è parte integrante del progetto usare una struttura facente parte del Politecnico è ottimale.

2)Cartella stampa curata nei dettagli, forse unico errore mettere delle brochure piccole davanti al foglio di presentazione della giornata, che infatti mi ha tratto in inganno non facendomi utilizzare per i primi scatti l'hastag della giornata #auxisback.

3)Ottima presenza anche online durante l'evento, appena taggato il profilo ufficiale arriva il like. Questo è fare dell'online una risorsa.

4) Conferenza stampa lunga il giusto, con il giusto ordine e senza troppi fronzoli o autocelebrazioni eccessive.


Delle varie considerazioni fatte ne segnalo e commento due:

- il rettore del Politecnico mette la Auxilium tra le eccellenze torinesi e afferma che anche lo sport diventa promotore dell'immagine della città.
Personalmente lo ritengo molto importante detto da un rettore, ora lo facciamo capire anche agli imprenditori e amministratori pubblici?

- il sindaco Fassino fa notare come lo sport sia l'attività a cui i cittadini dedicano più tempo dopo il lavoro.
Ottimo! interessante! A quando i fondi idonei visto che spendendo ed investendo nello sport si deve poi spendere meno in sanità?

15 settembre 2015

Balotelli: se il personaggio vale più del giocatore

Oramai non si contano più le squadre lasciate da Mario Balotelli.

Sballottato come un pacco postale, incapace di rendere quanto le sue capacità atletiche gli permetterebbero, questo ragazzo sembra vittima di se stesso.
Le squadre man mano che lo comprano pensano di fare l'affare del calciomercato e il suo prezzo tende drasticamente a scendere, così come i suoi risultati sul campo.
Quello che però tiene alto il prezzo è il personaggio.
Infatti, molto fanno i diritti d'immagine di questo giocatore fuori dagli schemi.
Sempre sui tabloid di mezzo mondo per le sue bravate o per le sue dichiarazioni.
Con il suo modo di fare anche i prodotti Puma marchiati Balotelli sembrano andare bene tanto che da poco sono stati creati degli scarpini con tanto di cresta.
Un nome che vende così come lo è anche CR7, ma con altri risultati sul campo.

9 settembre 2015

Como Calcio: la rivoluzione del marketing calcistico di provincia

Il Como Calcio, diciamolo, è una squadra modesta ad oggi.
Ma nel marketing ha certamente un punto di forza davvero importante.
Unica nel panorama attuale del calcio, e dello sport in generale, a livello nazionale sta facendo azioni degne di nota e che spesso vengono riprese dai siti di sport marketing per l'originalità.
Niente di totalmente nuovo sia chiaro, ma una combinazione di esperienze passate davvero interessanti che fanno la differenza. A volta anche con poco.
Prendiamo la campagna abbonamenti, ai primi cento veniva data la maglia della squadra... non quella nuova, bensì quella vecchia. Ecco che i resti di magazzino vanno a zero, ecco che un peso per la società rivenduto come "la maglia storica con la quale abbiamo ottenuto la promozione" diventa una risorsa.

Poi la novità, per i tifosi ospiti ingressi scontati nei musei di Como.
Uno potrà anche sorridere, ma quando lo abbiamo visto in altre città?
Solo a Firenze, per una stagione, in accordo con i soli Uffizi.
Ora pensiamo a città come Milano, Roma, Torino, Napoli e ai bellissimi musei che hanno...

Non serve molto per completare un discorso sulla promozione turistica latente.
A Como si sta facendo innovazione.

8 settembre 2015

Ecco come si svende il calcio italiano!

Molti tra gli appassionati di calcio, allora in vacanza, hanno pensato di vedere la supercoppa italiana in tv. Anche il più fedele tifoso laziale e juventino però, dopo poco si sono scocciati e forse hanno meditato di cambiare canale o spegnere.
Motivo?
La regia televisiva.
Colpa di una sciagurata scelta economica della Lega Calcio, che ha venduto i diritti di produzione televisiva ad una società cinese che però non aveva determinati requisiti minimi di know how per una produzione così importante.
Risultato, più di 20 telecamere sul campo, usate in realtà solo 6... null'altro da aggiungere.

In questi casi, pur rimettendoci a livello economico varrebbe la pena pensare ad un'autoproduzione o ad una co-produzione con le tv delle società sportive coinvolte. Certamente le conoscenze delle persone di juventus channel sarebbero state superiori alle attese, sconfessate poi sul campo, degli operatori cinesi.

In tanto però, il prodotto calcio italiano ha fatto l'ennesima pessima figura.
Caricandosi anche sul web di critiche infinite.

3 settembre 2015

Quello che non sai sul Trentino a Settembre...

Il Trentino è terra di sport, natura e di turismo e anche quest'anno non mancano le offerte per poter continuare a vivere lo sport di montagna da appassionati nel modo che meglio si ritiene consono al proprio stile. Dando una breve letta dal sito VisitTrentino ecco alcune interessanti occasioni:

Rifugio Roda di Vael
" Fototeca Trentino Sviluppo S.p.A." FOTO DI Carlo Baroni
Il rifugio Capanna Cervino, ai piedi del Cimòn della Pala, dal 20 settembre al 4 ottobre propone un menù completo tipico trentino a 22 euro, ma anche due weekend (26-27 settembre, 3-4 ottobre) per scoprire con degli esperti i segreti del cervo, il re della foresta di Paneveggio (Informazioni: 340 0747643 – prezzo del pacchetto a partire da 52 €). 

Il rifugio Roda di Vaèl in Val di Fassa propone dal 26 al 27 settembre "Un rifugio e le sue infinite stelle", un weekend all'insegna dell’osservazione dei corpi celesti in collaborazione con l'Associazione Astrofili Trentini (informazioni: 0462 764450 oppure 335 6750325 – prezzo del pacchetto a partire da 50 €).

Fino al 30 settembre il rifugio Sette Selle in Lagorai propone ogni lunedì ai bambini “Ninna nanna al rifugio” con letture e attività ricreative per i più piccoli (informazioni: 347 1594929 - prezzo del pacchetto a partire da 42 €, gratuito per bambini fino a 8 anni). 

Nel Trentino occidentale, al rifugio Monte Baldo sopra Avio, dal 15 al 18 ottobre si può seguire un corso di quattro giorni di acquerello “en plein air” in compagnia di un artista naturalista (informazioni: 333 4648829 – prezzo del pacchetto a partire da 255 €). 

Il rifugio Val d’Amola “Giovanni Segantini”, ai piedi della Presanella, propone dal 18 al 20 settembre un corso - incontro per tutti gli appassionati, principianti od esperti, con il fotografo Alberto Bregani (informazioni: 0465 507357 – prezzo del pacchetto a partire da 135 €).

Per le famiglie con bambini ecco la proposta (fino al 30 settembre) del rifugioPredaia ai Todes-ci in Val di Non che include attività ricreative e una conveniente formula soggiorno 2 adulti + 2 bambini pagando solo tre quote (informazioni: 0463 463138 – prezzo del pacchetto a partire da 180 €).

Per gli escursionisti, invece, sono numerose le proposte anche dopo il 20 settembre, di trekking, a partire da 3 e fino a 6 notti in rifugio, lungo alcuni dei più spettacolari itinerari come il Brenta Trek Expert, nel Parco Naturale Adamello Brenta, il “Dolomiti Trek King” in Val di Fassa



1 settembre 2015

Inno serie A: non tutte le novità sono buone

Novità di questa stagione di calcio italiano, l'inno della serie A.
Domanda: ma ci mancava proprio?
No, e per vari semplici motivi.

a) Non è scimmiottando la Champions che un campionato acquista fascino
ma migliorando la regia (e presto parleremo anche della supercoppa italiana), migliorando gli stadi e i tasso tecnico delle squadre.

b) Se poi si vuole proprio fare un inno che identifichi il campionato allora questo inno deve avere caratteristiche precise.
Prima di tutto il testo deve essere comprensibile e facile da memorizzare, alzi la mano chi
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...