Articoli in Evidenza

25 agosto 2015

Ciclismo: Ecco quali team seguire su Instagram (repost)

Durante le vacanze pasquali ne ho approfittato per girare su uno dei social network del momento e cioè Instagram.
Ho voluto guardare con attenzione, tra le altre cose, i profili delle squadre ciclistiche professionistiche ed è stato interessante.
Infatti la maggior parte ha dei profili sostanzialmente semi abbandonati, una foto ogni tanto e neanche per motivi specifici, come se chi li utilizzasse non ne capisse le potenzialità e neanche il senso ultimo.
Sono poche quelle che lo usano in modo davvero molto mirato, le due migliori devo dire che sono Sky e Cannondale.
Quest'ultima in particolar modo è da lodare per come utilizza Instagram anche per presentare i ciclisti che partecipano ad una determinata competizione, in vero stile "calcistico" ovvero nel modo fino ad oggi ottimale per presentare lo sport in ambito marketing.
Ecco spesso si dimentica questo, di copiare da altri sport, copiare non è male, in questo caso è portare il meglio altrove e questo è oggettivamente buono.

18 agosto 2015

Il segreto del casco di Vettel in Ferrari (repost)

In questo periodo tra trasferte di viaggio e un po' di vacanze mi è difficile scrivere cose nuove, per questo ricominciamo a pubblicare i vecchi post più significativi di quest'anno. 

L'ho notato quasi per caso guardando il gran premio di Cina, il camera car di Vettel lo mostrava in modo chiarissimo e da appassionato di sport marketing, oltre che come operatore del settore ho apprezzato molto l'attenzione posta ai dettagli.
Di cosa sto parlando? 
Del casco di Vettel e dello studio sugli spazi del suo casco.
Infatti, è stato  studiato ogni centimetro per disporre i loghi degli sponsor a favor di camera car!
Incredibile quindi il risultato, con il logo Malboro Ferrari in evidenza ed a lato i loghi Kaspersky e degli altri sponsor via via sempre meno visibili.
Grandi studi alle spalle per un risultato da paura!
Complimenti e una riflessione per tutti, quando faremo anche le maglie da gioco a favore di sponsor e obiettivi tv/fotografici?

11 agosto 2015

Giorgio Taverniti: sul web gli sport minori possono far meglio del calcio (repost)

Intanto grazie a Giorgio Taverniti, fondatore di GT Idea e conosciuto nella rete per  essere il Fondatore del Forum GT, per le attività di formazione in tutta Italia e per “FastForward”, rubrica video settimanale su Youtube di informazione sul Web Marketing. 


Giorgio, visto che conosci molto bene i social network, come vedi lo sport italiano sul web? Sanno sfruttare bene la comunicazione online?

Secondo me si, ultimamente si sono fatti molto progressi. Vedo ancora un po’ di resistenza perché molti si sono chiusi, ma il più  è fatto. Addirittura molti sportivi esagerano, quindi significa che siamo sulla strada giusta!

Se dovessi fare il nome di una squadra di calcio, chi vincerebbe lo scudetto ?
La Juventus in genere per l’approccio globale ai social e le campagne che realizzano sfruttando bene ogni canale in modo efficiente, al Milan però darei la coppa Italia perché con Hangout e Google Plus hanno fatto un ottimo lavoro.

Spesso gli sport minori (sia federazioni sia associazioni) lamentano budget scarsi e per tanto non investono in comunicazione, lasciandola a volontari che la gestiscono a livello amatoriale. Cosa ne pensi? Cosa ti senti di dire loro?

Questo è un errore purtroppo perché lasciano spazio al calcio sui social.Perché non innovare facendo cose che il calcio non fa per le sue regole interne?
Sarebbe bello se gli altri sport trovassero tutte le limitazioni che il calcio mette ai calciatori e le superassero in modo ufficiale.

Instagram, Facebook, Twitter e volendo anche Pinterest e Google+, possiamo dire che senza lo sport italiano rischia di perdere possibilità di promozione importante? Hai esempi nello sport mondiale da raccontarci?


Sicuramente i Social Network sono uno strumento fondamentale oggi per quello che rappresentano i tifosi per le varie squadre e per lo sport in genere. Basta pensare a tutta la visibilità che viene data alla dichiarazioni ufficiali che vengono dai social…

Per lo sport mondiale basta guardare le squadre top nel calcio e vedere i numeri che fanno e come hanno capito l’importanza del branding… il Bayern Monaco, Manchester United e Real Madrid.
Per un case study bello, voglio restare nel nostro paese:http://www.guest.it/blog/social-media/case-history-milano-volley-mondiali-2014.html un cambio hashtag voluto dalle persone che si sono appassionate a una Nazionale di uno sport che viene definito minore.
Bello eh? J
Significa veramente tanto J

Il mondo dello sport che usa Instagram è invaso dai selfie, cosa ne pensi?

Eh si, credo che sia il modo corretto, io uso Instagram per scoprire nuovi mondi, quando invece si usa per seguire delle persone famose, vorremmo entrare nella loro vita. Instagram diventa quindi un contatto più diretto e quindi secondo me dovrebbe essere usato per raccontare la propria vita.

Come fa Gianni Morandi, su Facebook!

Grazie ancora e buona fortuna con FastForward e gli altri progetti!

Grazie a te!

4 agosto 2015

Totti ed il #selfie che ha cambiato la comunicazione sportiva (repost)

Ci sono persone che per cambiare il mondo devono studiare per ore teorie,
analizzare dati e schemi per comprendere come fare e cosa fare per massimizzare impatti ed opportunità. Sono le persone normali, i normali comunicatori alcuni anche molto bravi!

Poi ci sono coloro che hanno doti particolari, veri e proprie genialità innate capaci di stravolgere gli schemi più canonici, di trovare opportunità e modalità di comunicazione laddove nessuno prima di loro aveva pensato o osato fare.

Il selfie di Totti è qualcosa del genere.
Prima di lui nessuno era stato così sfacciato, così fuori dagli schemi, un selfie con il logo della mela anche ben visibile dalle foto di chi gli era attorno, in un momento particolare della partita.
Nessuno come lui.

Dopo tutti ad imitarlo, ha sdoganato una cosa che gli altri quasi intimiditi non pensavano di fare,
come il cucchiaio quando è ora di tirare un rigore.

Ora anche il selfie è "alla Totti".


Prima al massimo si facevano il selfie durante le cerimonie di apertura e chiusura di un grande evento, nelle olimpiadi la Samsung dona agli atleti un cellulare per fare tutto ciò ed evitare che appaiano i concorrenti.

Ora nulla è come prima, ora c'è Totti. Una persona semplice ma molto molto intelligente!
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...