Articoli in Evidenza

25 febbraio 2015

#forzamilanbytoy: la campagna Toyo Tires dei supporter nipponici del Milan


Capita spesso che al Milan si utilizzino le sponsorizzazioni per campagne pubblicitarie.
In questo caso Toyo Tires, ha usato video amatoriali dei tifosi del Milan per un montaggio molto bello ed accattivante.
Tifosi tutti del sol levante a dimostrazione di come in Giappone il Milan sia assai conosciuto ed apprezzato, specie ora che un campione come  Honda (nazionale nipponico) è tra i campioni della squadra.
Il video è fresco, comunica appartenenza e non è affatto pesante. Guardate anche voi qui sotto.


Come si può notare la parola d'ordine in tutto il filmato è "controllo", voce assai cara a chi produce pneumatici che del controllo della strada devono essere garanti.

Odrej Bank e lo spettacolo del Colosseo

I mondiali di sci a Beaver Creek sono ormai passati, ma l'incidente a Odrej Bank è ancora negli occhi di chi lo ha visto.
Un momento davvero spaventoso in cui si è temuto per la vita dell'atleta.Quello che però mi ha fatto riflettere è l'azione fatta dalla televisione, o meglio dalla regia internazionale.Nei momenti in cui avveniva il soccorso in pista è stata dirottata l'immagine altrove, per pudore, privacy e quanto altro vogliate voi.La cosa è certamente corretta, rispettosa e fa pensare che in qualche modo la Tv si stia autocensurando nei contenuti più cruenti.
Non vediamo le teste mozzate dell'Isis, non vediamo i soccorsi ad un atleta gravemente ferito in gara.
Fa però pensare vedere tutte quelle persone sugli spalti a fissare un unico punto sulla pista e a trattenere il fiato per l'atleta, fa pensare al Colosseo e ai gladiatori.
Qualcosa in fin dei conti da quelle esperienze ludico belliche il campione dei giorni oggi se lo porta appresso.

24 febbraio 2015

Fed Cup: e la strana scritta apparsa a Genova

Sono passate alcune settimane dalle partite giocate a Genova per la Fed Cup (la coppa Devis femminile) ma non riesco ancora a darmi una spiegazione della scritta "Liguria" apparsa sul campo.
Nei tornei si è soliti mettere il luogo in cui si gioca (Dubai, Madrid, Roma, etc.) non mi è mai capitato di vedere scritto una indicazione sul campo differente da quella che indicasse città o nome del torneo, ad esempio a Londra si scrive Wimbledon... ovviamente.
Ma perchè mai Liguria?
Promozione del territorio? e basta una scritta?
Sicuri di non confondere le cose a danno di Genova?
Già perchè il problema è che da tutto ciò Genova poteva trarne vantaggio, ma mettendo Liguria non si capisce un granchè, poichè non essendoci motivazione la gente è indotta a ragionare per somiglianze, ergo il problema di capire se è "Liguria" un quartiere di Genova (come Wimbledon per Londra) o altro... 
La risposta la lascio in sospeso volutamente.

18 febbraio 2015

Skipass a punti: l'occasione mancata in Piemonte e Valle d'Aosta

Nella frequentazione di stazioni sciistiche italiane ho notato una curiosa disparità di politica su prezzi e prodotti, nonostante la crisi in corso e la ricerca del breakeven sia la chiave del successo di stagioni sempre più pazze.
Diventa quindi, sempre più importante avere clienti fedeli nel tempo, anche su due stagioni sciistiche consecutive.
Come fare?
Nelle dolomiti, e non solo, vi è l politica dello skipass apunti valido non solo per la stagione in corso ma anche per un periodo più lungo.
In tal modo, lo sciatore che una volta all'anno decide di andare a sciare in zone differenti dalle solite, magar anche più lontane, è spinto a ripetere le scelte degli anni precedenti. Tornando e ripetendo i consumi nella stessa stazione sciistica.
Questo nelle stazioni del nord ovest non è previsto, lo skipass a punti è visto come concorrente del mattutino e del pomeridiano e come tale osteggiato limitandone l'uso sugli impianti per principianti, in tal modo si incentiva sì il ritorno economico (uno skipass a punti è comunque più economico di due pomeridiani/mattutini), ma si disincentiva il ritorno del cliente, che verrà meno volte e consumerà meno nell'intero comprensorio (bar, ristoranti, negozi,etc.) rendendo quindi più povera la zona turistica nel suo complesso.
Insomma, guadagnare meno subito, per guadagnare meglio e in modo diffuso.


17 febbraio 2015

Stadio di proprietà: il Milan vince il derby meneghino

Oramai è notizia conosciuta ai più il Milan della famiglia Berlusconi, ha ufficialmente dichiarato di voler costruire lo stadio di proprietà per i rossoneri.
Zona scelta quella nei pressi di Casa Milan, Fiera di Milano City, per intederci.
Il grosso vantaggio è di avere tutto a due passi per i tifosi, dal ristorante tematico all'arena dei propri campioni.

Il progetto dovrà essere vagliato entro il 10 marzo, per cui manca poco per una accettazione da parte del comune di Milano della proposta che certamente impoverirà le casse dell'amministrazione pubblica che avrà solo gli introiti dell'Inter per San Siro. Verrà ceduta in modo definitivo? Possibile.

Il Milan però deve già ipotizzare come coprire i costi dello stadio ad oggi solo ipotetico.
Calcio e Finanza in un articolo parla di sponsor disposti a coprire i costi ( Emirates, ma non solo).
Un vero affare per una Milano che si rinnova e che dovrebbe vedere nel 2018 questa nuova struttura.
Unica cosa: sarà solo uno stadio o seguirà il modello Juve con centro commerciale e altri intrattenimenti?

11 febbraio 2015

#RossoAlfa: la campagna volta a risvegliare la passione sportiva


Con il weekend alle porte sta per incominciare la nuova interessante proposta di Alfa Romeo.
Si chiama Rosso Alfa ed è volta a promuovere il colore rosso per le sue vetture.
Ci saranno vetture d'epoca nei saloni d'auto e altre interessanti proposte, questo per risvegliare la passione per l'Alfa di colore rosso.
Per questo è anche prevista una simpatica possibilità di interazione su Twitter, scrivendo il proprio pensiero (post) con il colore rosso... ovviamente rosso Alfa! Attraverso questo link.
Potrai anche vestire di rosso il tuo profilo su Twitter per condividere la tua passione per Alfa Romeo.
Una iniziativa davvero simpatica e speriamo anche molto virale!



Come potete vedere io approvo l'idea perchè in questo, si ravviva l'anima sportiva del marchio, un tempo persino concorrente sulle piste della Ferrari, anzi la Scuderia di Maranello iniziò con auto Alfa Romeo...
Il rosso era il colore delle vetture italiane, e tra quelle che per prime corsero con questo colore furono proprio le Alfa Romeo! Un ritorno alla tradizione, allo sport, alla grinta del marchio.
Bella iniziativa!

Superbowl 2015: lo spot etico su un problema sentito nella NFL #likeagirl


Uno degli spot andati in onda durante il superbowl 2015, è stato di alto impatto etico.

E' quello sulla violenza contro le donne, che nella lega professionistica di football è un problema molto sentito visto che sono stati almeno una ventina i casi nella sola stagione appena finita.
Un problema spinoso che la NFL cerca di arginare con lezioni per i "rookie", ma che non sono poi così efficaci. Lezioni che servono soprattutto a far capire come non farsi fregare da donne in cerca di notorietà e denaro.
Il problema è che purtroppo molti casi non sono invenzioni di donne alla ricerca di denaro, ma veri e propri stupri.
Roba vergognosa che in parte uno spot di pochi secondi cerca di arginare, pensando soprattutto al numero di utenze a cui arriva il messaggio.
La domanda vera è, servirà a qualcosa? Basta vederlo una volta per non fare certe cose?


10 febbraio 2015

Totti ed il #selfie che ha cambiato la comunicazione sportiva

Ci sono persone che per cambiare il mondo devono studiare per ore teorie,
analizzare dati e schemi per comprendere come fare e cosa fare per massimizzare impatti ed opportunità. Sono le persone normali, i normali comunicatori alcuni anche molto bravi!

Poi ci sono coloro che hanno doti particolari, veri e proprie genialità innate capaci di stravolgere gli schemi più canonici, di trovare opportunità e modalità di comunicazione laddove nessuno prima di loro aveva pensato o osato fare.

Il selfie di Totti è qualcosa del genere.
Prima di lui nessuno era stato così sfacciato, così fuori dagli schemi, un selfie con il logo della mela anche ben visibile dalle foto di chi gli era attorno, in un momento particolare della partita.
Nessuno come lui.

Dopo tutti ad imitarlo, ha sdoganato una cosa che gli altri quasi intimiditi non pensavano di fare,

4 febbraio 2015

Fondazione Giulio Onesti: per nulla social

Capitano a volte per caso, capita di trovarsi tra i suggerimenti di Facebook il link della pagina della Fondazione Giulio Onesti.
Ora, tale fondazione è molto importante per lo sport italiano, possiamo dire che è molto molto vicina al CONI.
Quello quindi che fa restare di stucco e vedere gli esigui followers, solo 56!


Ora viene da chiederselo, ma chi segue questa pagina?!

Per curiosità vai sulla homepage del sito ufficiale dove sembra, e sottolineo, sembra ci siano ben

3 febbraio 2015

Calciomercato: l'etica di Sarri e la realtà

In questi giorni di calciomercato, le notizie si rincorrono.
Tizio passa dalla squadra "x" alla squadra "y", l'altro resta mentre sembrava andasse via, ma non rinnova...
In questo insieme di rumori, a volte eccessivi e tendenzialmente assordanti ci sono sprazzi di saggezza che passano dalle interviste in tv.
L'allenatore dell'Empoli, tale Maurizio Sarri, ha detto una cosa sacrosanta, che il campionato è eticamente falsato nel momento in cui le squadre cambiano i giocatori durante il campionato e per di più prima che finisca il girone d'andata.
Affermazione passata inosservata, tra le righe ma veritiera.
Le società modificano gli organici con l'idea di essere più forti, ma perchè non rendere effettivi i cambi solo al termine del girone di ritorno?
Certo anche così, si può dire che c'è differenza perchè le partite in casa sono differenti da quelle fuori casa, ma almeno si può dire che le squadre si sono affrontate con pari organici una volta tutte quante.
Sarebbe un bel segnale specie se questo elemento etico venisse messo in risalto.
Purtroppo elementi positivi come questo vengono spesso cancellati dal profitto e da argomentazioni davvero molto tristi.
Il calcio potrebbe essere ancora di esempio in qualcosa, o è uno sport che non ha più alcune valore al di fuori di quello economico?
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...