Articoli in Evidenza

30 settembre 2014

Oligarchi e calcio: un sistema fragile

Negli anni li abbiamo conosciuti.

Il più famoso di tutti è certamente Abramovic che è riuscito con il Chelsea a vincere coppe e a fare di questa società una delle più importanti a livello europeo.

Però il sistema è fragile, gli emiri arabi non sempre hanno investito bene il loro denaro e i miliardari russi vedono sempre più gli spazi di movimento ristretti a causa della guerra tra Ucraina e Russia.
Insomma l'organizzazione interna diventa sempre più importante nel sistema calcio, un sistema che deve sempre più diventare aziendale.
Il rischio è di finire come il Lens, dipendendi dal Mammadov di turno, che non è intenzionato a spendere cifre enormi illudendo la tifoseria con proclami errati che fanno demarketing anzichè marketing. Cioè spingono all'abbandono della società anzichè sostenerla.
Su "France Football" c'è già chi spara a zero su questo progetto che partito bene sembra essere una bolla colossale.

26 settembre 2014

24 settembre 2014

SportFinance: la nuova sponsorizzazione

Azionariato popolare, sponsorizzazione privata, finanziamento pubblico, crowfounding... tutti modi per cercare di finanziare l'associazione sportiva.
Perchè non pensare anche allo sportfinance, la finanza sportiva può essere la soluzione anche solo se la si unisce alle altre possibilità.

Richiede impegno della dirigenza nel promuoverla, ma permette ritorni per tutti.
Per chi la fa con agevolazioni fiscali sulle donazioni e ricavi interessanti dagli investimenti, per chi la società sportiva che la attua e la promuove perchè ha dei contributi altrimenti non ottenibili.
Non è difficile o impossibile, è questione di competenze.
Noi le abbiamo e le mettiamo al vostro servizio.

23 settembre 2014

Atletica: gestione dei talenti a confronto

Da poco si sono svolti e conclusi gli europei di atletica che finalmente fanno intravvedere un po' di luce dal buio pesto in cui l'Italia si era cacciata da troppo tempo.
Le squadre leader restano però la Gran Bretagna e la Francia e forse la capacità di tirar fuori risultati viene anche dalla gestione. Cerchiamo quindi di capire cosa fanno.

La Gran Bretagna ha centri permanenti di cui il principale è a Loughborough. Vi vivono atleti, allenatori, medici e fisioterapisti ed hanno le condizioni ideali per allenarsi.
Il finanziamento viene dato dai fondi della Lotteria ed ammontano a 7-8 mld di Sterline all'anno.

La Francia ha una struttura anch'essa centralizzata e l'istituto dello sport a Parigi ( INSEP) è il gioiello di tale organizzazione. Ci sono cento allenatori con la possibilità di allenare nei vari centri distaccati.

Da noi invece, si è scelto i decentramento, gli atleti si allenano per conto proprio lasciando inutilizzati i centri tecnici CONI di Formia e Tirrenia. Nessun investimento sui tecnici e nemmeno sulle generazioni future dato che si sono affossati i "Giochi della Gioventù".

18 settembre 2014

Sport Finance: un convegno a Torino



Siamo lieti di informarvi che presto ci sarà un convegno a Torino in cui spiegheremo cosa sia Sport Finance e a cosa serve.

Per chi fosse interessato l'appuntamento è:

SABATO 11 OTTOBRE
presso L'Educatorio della Provvidenza in C.so Trento 13
ore 10 - 13 nella Biblioteca

per informazioni info@sporthink.it

vi attendiamo numerosi

17 settembre 2014

Sport e Turismo: maratone e città d'arte

L'ho ripetuto molte volte, anche nell'ebook "come lo sport promuove il territorio", la maratona è uno strumento particolare e molto importante per la promozione cittadina.
Anche in Italia si sta comprendendo questo ed è davvero positivo che si siano creato un circuito di maratone di città d'arte che comprende Roma, Firenze, Venezia, e Torino.
Obiettivo portare il 2% degli appassionati sulle strade  a correre le maratone.
Questo significa portare un numero davvero elevato se si pensa che gli appassionati complessivi sono 5 milioni.
Tanta roba.

Insomma, lo sport entra di gran carriera nella pianificazione del turismo delle nostre città, forse davvero si sta comprendendo il valore economico dello sport. Speriamo solo lo si faccia facendo progetti di buona fattura altrimenti il risultato sarà controproducente.

16 settembre 2014

Douja d'or: Asti fa goal. Quando la sagra parla di sport.

Curioso che una sagra di promozione di alimenti tipici e di qualità possa parlare alla gente attraverso il gergo sportivo.
Tuttavia è quanto successo ad Asti alla Douja d'Or, con il progetto Asti fa Goal nel quale lo sport non ha nulla a che fare.
Si parla infatti di eccellenze alimentari, di aziende e produzioni di vertice.Stop.

Quel gergo sportivo però ci fa pensare e riflettere su come sia diretta ed immediata la parola che ha a che fare con lo sport. Qui non si discute sul fatto che sia più o meno azzeccato il naming, ma sul fatto che sia stato usato un elemento che parla di sport.
Ora perchè non sperare che il progetto astigiano non sfoci in una sponsorizzazione delle società sportive che eccellono nel territorio provinciale? Perchè non usarle come veicolo promozionale itinerante?

Da promozionare c'è il progetto, le aziende e la sagra... insomma si può studiare la cosa con attenzione e facendolo diventare molto interessante!

12 settembre 2014

Pimp my Tv: Sky fa felice un tifoso del Borussia

Interessante idea di SKY in Germania,
decorare una camera per i super tifosi delle squadre.
Guardate cosa ne è venuto fuori con questo tifoso del Borussia Dortmund...


10 settembre 2014

Del Piero in India un caso di comunicazione interessante

Forse alcuni non lo sanno ancora, ma Del Piero giocherà in India.

Il caso è montato ancora prima che la firma fosse posta ufficialmente come questo articolo della Gazzetta dimostra.

Una volta firmato però l'accordo, i follower di Del Piero hanno cominciato a scatenarsi con le critiche relativamente alla scelta di diventare calciatore, ma ancora di più ambasciatore del calcio indiano.
Questa polemica nei confronti di Del Piero avviene per i fatti noti relativi ai Marò trattenuti ingiustamente in India, in pratica si chiedeva al calciatore di boicottare l'India per motivi patriocciti o/e morali.
Del Piero ha deciso di rispondere così... 


Da Italiano fa piacere vedere come molti si sentano legati alla patria non solo davanti al pallone, ma anche per due ragazzi che spendono la vita per noi.

Di certo Del Piero ha perso così parte del suo appeal nei confronti del pubblico italiano.

9 settembre 2014

Il contratto della FIGC di Tavecchio per Conte: novità interessante

Tavecchio per tanti motivi ha fatto storcere il naso, specie per la sua incapacità di comunicare in modo corretto pensieri che forse sono alla base anche corretti.


Diciamo però che il primo pezzo di puzzle messo sul tavolo è corretto,il contratto di Conte come CT della nazionale è davvero molto interessante.
Il fatto che si riesca a usare l'immagine da parte degli sponsor e ciò permetta un maggiore esborso degli stessi per garantire alla nazionale di avere un allenatore di livello è certamente qualcosa di innovativo.
Forse Ta-vecchio è meno vecchio di quel che si pensa, l'idea che un CT abbia l'obbligo di rappresentare gli sponsor e di rappresentare la nazionale nelle manifestazioni delle aziende coinvolte nel contratto è ottimale, rafforza il brand FIGC e quello di Puma, TIM e FIAT

3 settembre 2014

FIVB Polonia e Italia 2014: esperienza 2.0

Dalle prime battute del mondiale polacco di volley abbiamo capito quale sia la nuova interessante linea della pallavolo internazionale.
Con attenzione agli altri sport si è riusciti a prendere il meglio e a metterlo in campo.
Dal tennis si è presa l'usanza di scrivere a bordo campo il luogo in cui si sta giocando la partita, ribadendolo poi sui tabelloni a bordo campo come avviene negli eventi calcistici di UEFA e FIFA.
Come da eventi olimpici si è dato poi un logo specifico per ogni sito di gara, personalizzando così ogni località valorizzandone gli aspetti tipici e turistici.
Sul campo si è dato modo di interagire con le masse presenti in loco ma anche in tv, proponendo hashtag specifici per i team (visualizzati anche dalle scritte in televisione) o hashtag specifico per votare il miglior giocatore della partita in corso.
L'esperienza è vissuta al 100% e visto che

2 settembre 2014

Le cose che non sai del calciomercato 2014

Tizio è stato venduto, Caio è passato alla squadra X...
Benissimo, ma alla fine chi delle grandi d'Europa ha comprato e bene?

Un interessante articolo di Gazzetta dello Sport è apparso il 18 Agosto, ma il dato rilevante non era nell'articolo e probabilmente è sfuggito ai più.

Sono state prese 5 squadre importanti in Europa, Bayern, Borussia, Barça e le due di Madrid ( Real e Atletico).

Ebbene di queste cinque solo una ha avuto una
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...